CREMA VISO LEGGERA

crema viso leggera - Flower Tales: cosmetica naturale fai da teUna ricetta per pelli grasse o miste, che si sposa bene con la bella stagione: questa crema viso leggera è l’ideale per chi vuole idratare la pelle del viso senza appesantirla troppo e donarle nuovo equilibrio, purificandola e rinfrescandola. Questa ricetta sfrutta l’azione purificante, astringente, emolliente e multi-vitaminica del cetriolo, abbinata ad oli vegetali leggeri e oli essenziali specifici.

Crema viso leggera all’estratto di cetriolo, ingredienti:

FASE: Aricetta crema viso al caprifoglio - FASE A
Acqua: 76 g.
Glicerina: 3 g.
Caffeina: 0,5 g.
Gomma xantana: 0,2 g.


FASE: Bricetta crema viso al caprifoglio - FASE B

Olio di camelia (o jojoba): 4 g.
Olio di macadamia: 1,5 g.
Burro di karitè: 1 g.
Metilglucosio sesquistearato: 3 g.
Alcol cetilico: 1 g.
Alcol cetilstearilico: 1 g.
Tocoferolo: 1 g.


FASE: Cricetta crema viso al caprifoglio - FASE C

Estratto glicerico di cetriolo: 4 g.
Gel di aloe vera: 2 g.
Gel di acido ialuronico: 2 g.
Allantoina : 0,3 g.
Conservante naturale: qb (fare fede alle dosi indicate sull’etichetta)
Olio essenziale di limone: 2-3 gocce
Olio essenziale di tea tree : 2-3 gocce

 

Procedimento:

Unire la xantana alla glicerina e mescolare fino alla completa idratazione, lasciar riposare qualche minuto. Aggiungere la caffeina all’acqua e mescolare; se non si diluisce subito lo farà quando scalderemo la fase acquosa. Aggiungere l’acqua alla glicerina e mescolare bene finché non otterrete un gel omogeneo. Mettere a scaldare a bagnomaria. Nel mentre preparare la fase B mettendo a scaldare tutti gli ingredienti, incluso il tocoferolo (se diluito in olio). Quando le due fasi hanno raggiunto i 70 ° C. unire A in B per non sprecare quei pochi oli vegetali presenti. Aggiungere a freddo la fase C, come d’abitudine. Aggiungere il conservante, mescolare bene, la crema è pronta.

Curiosità:

È stato, volutamente, evitato il carbomer (perché di derivazione petrolifera) ma se volete la sua azione fluidificante lo si può aggiungere in A allo 0.3 % (a pioggia sull’acqua lasciandolo idratare senza toccarlo, solo una volta idratato mescolare bene) mantenete però sempre uno 0.1% di gomma xantana trasparente per una scorrevolezza ottimale. Questa soluzione semplifica notevolmente la ricetta e vi appagherà psicologicamente mentre userete la crema,  ma non porta alcun beneficio alla pelle, anzi, e perde ogni buon proposito di eco-sostenibilità e naturalezza degli ingredienti.

Download ricetta crema viso leggera fai da te estratto di cetriolo


flower tales - cosmetica naturale fai da te
flower tales - cosmetica naturale fai da te
COMMENTA - flower tales - cosmetica naturale fai da te TORNA SU - flower tales - cosmetica naturale fai da te

20 pensieri su “CREMA VISO LEGGERA

    • Flower Tales dice:

      Gli attivi, inclusi gli estratti, vanno integrati secondo le indicazioni riportate in etichetta del prodotto stesso. Se queste indicazioni sono assenti, dovrebbe richiederle al distributore dal quale le ha comprate. Non bisognerebbe mai dosare la propria materia prima secondo i dosaggi generici e indicativi trovati nel web. Ogni produttore fa il prodotto a modo suo e cambiano le indicazioni di utilizzo anche in prodotti standard come gli estratti (che per essere definiti tali devono contenere una percentuale minima, ma questa può variare anche dal 10 al 25% in più di materia secca nel solvente). I prodotti Flower Tales contengono tutti le indicazioni in etichetta. I nuovi estratti glicerici, per esempio, con l’integrazione dell’estratto secco in aggiunta a quello estrapolato dalla soluzione di acqua e glicerolo non hanno nulla di meno rispetto ai glicolici, che non sono naturali. Tuttavia ora esiste anche il glicole vegetale (derivato dal mais), quindi presto i produttori inizieranno a fare estratti glicolici vegetali. Nonostante sia comunemente risaputo che gli estratti glicolici contengono più sostanza secca di quelli glicerici “vecchio stampo, quindi senza integrazione), non bisogna mai prendere questo dato in modo assoluto: l’estratto glicerico può raggiungere da solo anche il 25% di sostanza secca nel prodotto finito, quello di cui disponi quanta sostanza estratta ha?

  1. lucia dice:

    buongiorno
    che cosa posso aggiungere per rassodare la pelle matura rilassata, e la caffeina è proprio
    indispensabile?
    grazie

  2. Tiziana dice:

    Buongiorno. Bellissima crema! Volevo chiedere, è possibile sostituire i tre emulsionanti (Metilglucosio sesquistearato, Alcol cetilico, Alcol cetilstearilico, sono loro giusto?) con la lecitina di soia in granulare? se si, è possibile scioglierla a bagno maria nella fase oleosa? E usare il burro di cacao al posto del karitè? più che altro perchè l’ho già in casa :-). Aggiungere cera d’api o olio di ricino idrogenato alla fase oleosa rischia solo di “indurire” o comunque rovinare la crema (pensando di non usarla per il viso ma ad esempio per le mani)? Ultima domanda 🙂 la fase C arricchisce la crema giusto? Nel senso, se voglio solo fare una crema base posso fermarmi prima e non metterla? Grazie mille.Tiziana

    • Tiziana dice:

      Dimenticavo… la gomm xantana è necessario metterla o si può evitare e usare solo acqua e glicerolo nella fase oleosa? Grazie ancora

    • Flower Tales dice:

      Ciao Tiziana,

      La gomma di xantano è un ingrediente molto utile che permette di raggiungere molta libertà nella composizione della crema perché da maggiore stabilità nel tempo all’emulsione. Si può omettere, sopratutto se il rapporto emulsionante/grassi/acqua è ottimale se l’emulsionante è molto buono ed equilibrato (come per esempio il mix emulsionante Flower Tales, fa tutto lui), la puoi omettere quindi, sopratutto se hai in mente di utilizzare la crema in giro di poco tempo, ma è sempre consigliabile aggiungerla, tanto ne basta poca.
      Il punto è che vuoi cambiare tutto di questa crema, quindi non ha molto senso parlare di sostituzioni. Una crema con solo lecitina, grassi e acqua, senza gelificanti e senza fattori di consistenza porta inevitabilmente a riconsiderare tutta la fase grassa che un blando emulsionante come la lecitina riesce a reggere, inoltre non posso fornirti alcun parere sulla lecitina granulare per uso alimentare che hai in casa, non la conosco e non è a scopo cosmetico, di sicuro si comporta da emulsionante, ma in che termini? con quali dosi? Se è vero che la sostituzione dei burri influirà poco o niente sulla densità finale della crema (sopratutto ora che è inverno) cambiare gli emulsionanti e i fattori di consistenza è tutt’altro discorso. Non mi preoccuperei nemmeno tanto della densità che può dare il ricino, è irrilevante visto che rinunci a ben 2% di cetilico/cetilstearilico, mentre la cera d’api può essere un buon compromesso ma senza un emulsionante “completo” è più indicata negli unguenti, invece che nelle emulsioni. Infine, si: puoi fare una base e aggiungere attivi come preferisci, rimanendo però sempre sul massimo di aggiunte che l’emulsione può reggere.

      Il mio consiglio è quello di prendere il mix emulsionante Flower Tales, che ti semplifica la vita rispetto a quei tre emulsionanti suggeriti in ricetta, aggiungi quello nelle dosi suggerite in etichetta e poi puoi aggiungere anche la lecitina Flower Tales o la cera d’api. Ricorda però che questa ricetta propone una crema viso leggera, tu vuoi trasformarla in una crema viso iperprotettiva e condizionante ad azione filmogena.

  3. leriety dice:

    Se volessi usare del cetriolo fresco come potrei fare? Sono allergica alla caffeina, quindi non posso usarla, come la sostituisco?
    Mi chiedevo anche se si potesse semplificare la fase B. Metilglucosio sesquistearato, Alcol cetilico, Alcol cetilstearilico… sono proprio necessari tutti e tre?

    • Flower Tales dice:

      La fase B è facilmente semplificabile, non tiene conto del nuovo mix emulsionante Flower Tales, un emulsionante tutto in uno che permette anche la realizzazione della crema in fase unica e permette una facile regolazione della consistenza della crema aggiungendo o togliendo prodotto, (è un prodotto polifunzionale perché non fa solo da emulsioanante ma stimola la proteasi per un’azione umettante e ha anche un leggero potere filmogeno, che aiuta la pelle a proteggersi dalla disidratazione senza però soffocarla). In pratica sostituisce tutti e tre gli emulsionanti che ci sono qui, senza appesantire troppo la crema, ma se la vuoi più ricca e densa e protettiva basta che aggiungi un po’ di fattore di consistenza, ma ti troverai bene anche solo con il mix seguendo le indicazioni e i dosaggi che trovi in etichetta. Lo trovi qui: Mix Emulsionante “High Performance” Flower Tales
      Non posso invece risponderti sul cetriolo, prova a cercare delle ricette online che lo usano, sennò usa un altro estratto o attivo dalle proprietà simili 🙂 il cetriolo è astringente, lenitivo e rigenerante: usa l’estratto di vite rossa Flower Tales ed un olio essenziale astringente

  4. Irene dice:

    Ho come emulsionante il mix emulsionante high performance, non so quanto ne devo usare per questa ricetta . Mi potreste i dicare le quantità grazie irene

    • Flower Tales dice:

      Gentilissima Irene, il Mix Emulsionante Flower Tales, come indicato sull’etichetta si usa al 2-8% . Per una crema di questo tipo le consigliamo di usarlo al 6%

    • Flower Tales dice:

      Con un altro estratto più specifico per la tua pelle o un estratto di cetriolo diverso da quello glicerico. Come mai lo vuoi sostituire? Il cetriolo è idratante, astringente, lenitivo e rigenerante, se non hai questo estratto e vuoi comunque ottenere le medesime proprietà puoi quindi utilizzare altri estratti, un malva per esempio ha proprietà lenitive ed idratanti, quello di orchidea è rigenerante e rivitalizzante, la vite rossa è tonificante ed astringente. Hai diverse opzioni. Puoi anche integrare la forza rigenerante e astringente con gli oli essenziali che più sei abituata ad usare. Tieni però conto che molti oli essenziali con proprietà astringenti sono anche foto-sensibilizzanti, evita quindi magari gli oli essenziali di agrumi (se temi effetti collaterali dati dall’esposizione al sole).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

TORNA SU - flower tales - cosmetica naturale fai da te

Warning: sizeof(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /web/htdocs/www.flowertales.it/home/wp-content/plugins/bmo-expo/classes/theGallery.php on line 136