EDERA COMUNE

Edera comune (Hedera Helix) - Flower Tales cosmetica naturale fai da teL’edera comune (w:Hedera_helix L.) è la più nota fra il genere Hedera – piante della famiglia delle Araliaceae – la più interessante da un punto di vista cosmetico e dermatologico.  Come suggerisce il nome, la pianta è molto comune in tutta Italia, è un rampicante dalle ottime capacità d’adattamento, viene utilizzato prevalentemente per scopi ornamentali, ma ha preziose proprietà cosmetiche, estremamente interessanti. L’edera comune è una pianta non commestibile, selvatica ma coltivabile. Ci si riferisce a questa pianta anche con diversi nomi popolari quali:   Ellera, Edra, Ligabosch, Enera murara, Rampighina, Sadditta, Candelaru.

Descrizione: L’edera comune è una pianta sempreverde, rampicante che può raggiungere anche i 30 metri di lunghezza, dotata di radici aeree (come la vaniglia) e di due tipi di foglie entrambe di colore verde scuro e dai lunghi piccioli ma ben diverse fra loro: quelle dei rami non fertili le più caratteristiche, sono composte da 3-5 lobi triangolari, e presentano alcune macchie bianche; quelle dei rami fruttiferi sono invece più affusolati: romboidali, quasi ovali. A partire dal decimo anno di età, l’edera da vita – in estate – a piccoli fiori giallo/verdi – riuniti in ombrelle – i quali producono – in inverno – bacche nero-bluastre tossiche per l’uomo perché contenenti una saponina irritante per l’apparato gastro intestinale.
Habitat: Cresce in luoghi freschi ed ombrosi, al ridosso di ruderi o alberi o strisciante sul terreno dei boschi, cresce in tutta la nostra penisola dal mare all’entroterra fino ai 1500 metri d’altitudine.
Proprietà: Tonificante e drenante: l’edera comune è molto apprezzata in cosmetica naturale soprattutto per la cura del corpo: è molto efficace nel trattamento della cellulite, rende scuri e lucidi i capelli e ha proprietà balsamiche ed espettoranti.

Applicazioni e conservazione dell’edera comune:

Quando e cosa si raccoglie: Dell’edera comune si utilizzano le foglie che si raccolgono tra giugno ed agosto. Pur essendo selvatica è coltivabile perché si adatta a qualsiasi terreno, teme il secco e il sole diretto, preferisce luoghi ombreggiati e freschi con una discreta umidità.
Coltivazione: Si moltiplica tramite talee: queste vanno messe a radicare all’aperto (evitando il passaggio “in acqua”) fra autunno e inverno, vanno però riparate dal freddo con una serra in plastica spessa, trasparente. Preferisce di gran lunga lo spazio aperto, tuttavia è possibile coltivarla in vaso avendo cura di tagliare le cime favorendo lo sviluppo inferiore della pianta, altrimenti si avranno lunghi fili spogli in basso.
Coservazione: Essiccare le foglie all’ombra, prive di picciolo, senza sovrapporle. Vanno conservate in sacchetti di carta o di tela, al riparo da fonti di calore e di umidità.
Utilizzo: L’edera può aiutare molto efficacemente a combattere gli inestetismi della cellulite (leggere i rimedi con l’edera consigliati in questo articolo) o a sgonfiare le caviglie o per la cura dei capelli. Fra i prodotti derivati più noti ed apprezzati vi è l’estratto di edera.

Cura del corpo con l’edera comune:

Se avete le caviglie gonfie provate a preparare un decotto facendo bollire 100g di foglie fresche di edera comune in un litro d’acqua per 10 minuti, imbevetene delle compresse di garza sterili ed applicatele per 30 minuti sulle caviglie, 2 o 3 volte al giorno finché non si sgonfiano. Potete anche utilizzare l’edera per rimuovere i calli dei piedi con un rimedio un po’ noioso ma estremamente efficace: Fate macerare una quindicina di foglie fresche in aceto per 4 giorni, scolatele e tagliuzzatele. Coprite il callo con i pezzetti di edera e fasciate ben stretto senza rimuovere la fasciatura per tre giorni. Il callo si staccherà da solo, se ciò non avviene in modo ottimale è necessario ripetere l’operazione. Potete anche alleviare le smagliature cuocendo in poca acqua una dozzina di foglie fresche, scolate e schiacciate: basta avvolgerle in una garza che poi applicherete sulla zona interessata per un’ora circa, due volte al giorno. Se vi siete procurati delle piccole scottature potete pestare leggermente delle foglie fresche lavate e avvolte in una garza sterile e applicarla sulla zona interessata lasciandola in posizione per circa 20 minuti. Meglio se ripetete l’operazione 2 o 3 volte al giorno. Per avere capelli lucidi e scuri è sufficiente preparare un infuso con 50 grammi di foglie secche in un litro d’acqua bollente per 10 minuti: filtrate ed usate questo liquido per sciacquale i capelli dopo lo shampoo. L’effetto risulta ancora migliore se prima dello shampoo avete trattato i vostri capelli con dell’olio di camelia che ha il potere di rendere lucidi e belli i capelli scuri, soprattutto neri. Potete usare questo olio anche applicando poche gocce dopo lo sciampo e distribuendolo su tutto il capello, è leggero e si assorbe subito, basta non abusarne.

Curiosità sull’ Hedera helix:

L’ Hedera helix, nome con cui è stata identificata e catalogata per la prima volta dal naturalista e botanico: Linneo nel 1753, è simbolo di fedeltà e soprattutto longevità: basti pensare che una pianta può vivere anche per 400 anni. Per i  Romani era associata al dio Bacco, venivano infatti largamente utilizzate, durante i banchetti e le cerimonie, corone formate con foglie intrecciate di edera. Per i popoli nordici era invece la pianta dove si nascondevano i folletti. L’usanza attuale di decorare le pareti esterne o le verande con l’edera ha si scopi ornamentali, ma le sue origini risalgono a tradizioni antiche, quando era prassi rivestire porte e parti del tetto con questa pianta che proteggeva la dimora dagli spiriti maligni.

Ricette cosmetiche naturali fai da te:

 

 

Le informazioni qui riportate non sono consigli medici. Questa voce ha solo scopo illustrativo e non sostituisce il parere di un medico.


flower tales - cosmetica naturale fai da te
flower tales - cosmetica naturale fai da te
COMMENTA - flower tales - cosmetica naturale fai da te TORNA SU - flower tales - cosmetica naturale fai da te

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

TORNA SU - flower tales - cosmetica naturale fai da te

Warning: sizeof(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /web/htdocs/www.flowertales.it/home/wp-content/plugins/bmo-expo/classes/theGallery.php on line 136