CONOSCERE LA PELLE: STRATI CUTANEI

La cura della pelle è importante ma lo è anche la conoscenza di essa: come mai la pelle reagisce in un certo modo? Di cosa ha bisogno per essere come la vogliamo?

Premessa:

al fine di prendersi correttamente cura della pelle le persone si fanno le domande giuste?Qualche giorno fa una gentile lettrice del blog ci ha chiesto quale sarebbe la crema migliore per la sua pelle; in particolare quali attivi aggiungere alla base crema Flower Tales per ottenere un perfetto cosmetico anti-age per una pelle mista di 45 anni.

Una domanda sulla cura della pelle tanto perfetta, quanto “sbagliata” (ma comprensibile) da fare e difficile a cui rispondere:

  • il quesito è perfetto perché innanzitutto tira in gioco la praticità della base crema Flower Tales (una base molto ricca e nutriente personalizzabile con infiniti attivi possibili);
  • ci da la possibilità di rispondere a un dubbio che affligge la gran parte di chi segue Flower Tales e si identifica facilmente nella nostra lettrice. L’età è quella “giusta” (40-45 sono gli anni in cui di più le donne iniziano a vedere in modo diverso la propria pelle);
  • anche il tipo di pelle (mista) è perfetto: vuol dire tutto e non vuol dire niente;
  • infine, quello che traspare di più però dalla domanda “qual è la crema perfetta per la mia pelle” è che chi la pone non conosce la propria pelle, o meglio: non sa esattamente perché si manifesta in quel modo o reagisce come non vorremmo. Ovvero il “90%” della popolazione mondiale.

Prima di procedere e quindi avere una visione consapevole su come prendersi cura della pelle occorre leggere il “NOTA BENE” che trovate in fondo alla pagina.

Cura della pelle: conoscere la cute per intervenire al meglio

Ovviamente per essere bella, la pelle deve essere in salute e giovane a livello cellulare. La cura della pelle con prodotti cosmetici (quindi cura topica esterna) è importante ma lo è molto di più l’alimentazione, non dimenticatelo. Non si può negare però che gli anni passano anche mangiando vitamine e polifenoli a colazione, pranzo e cena; quindi entra in gioco la cosmesi naturale attiva e consapevole Flower Tales!

La pelle è un tessuto poroso ma impermeabile: idratabile in modo selettivo. Se da una parte assorbe i principi attivi e li lascia scendere in profondità finché riescono (come fa la terra con l’acqua); dall’altra blocca le sostanze indesiderate attraverso diversi posti di blocco: delle vere e proprie barriere che fungono da filtro e da schermo contro quello che non serve o che può recare danno. La pelle, però, non è solo una lunga strada in discesa scandita da “dogane di controllo”: è un percorso vivo e dinamico dove le sostanze nutritive vengono accolte, guidate ed accompagnate fino al loro obbiettivo.

Gli attivi, in base alla loro utilità e alle loro caratteristiche, penetrano i diversi strati della pelle a seconda del loro peso molecolare, o in relazione alla presenza di diversi veicoli o grazie al metabolismo stesso della pelle.

Com’è fatta la pelle:

La pelle è composta da diversi strati e tutti devono essere in salute affinché l’intero organo funzioni bene. Abbiamo quindi la possibilità di creare un articolo tecnico-commerciale su quali attivi Flower Tales utilizzare per agire sulle diverse parti della pelle.

Analizziamo quindi punto per punto:

cura della pelle, conoscere gli strati epidermici e capire quali sono i prodotti consigliati

Lo strato corneo

cura della pelle - strato corneo - ceramidi vegetali

Ceramidi Vegetali Flower Tales

La parte più esterna della pelle è lo strato corneo: un tessuto perlopiù inerte che ha lo scopo di proteggere e filtrare. Essendo sostanzialmente composto da cellule morte occorre intervenire fisicamente: aggiungendo prodotti ristrutturanti ed elasticizzanti. 

Immaginate che questa barriera protettiva sia un muro di mattoncini, se non è in ottime condizioni apparirà sporco, irregolare e poco resistente. Per tenerlo in salute occorre  intervenire aggiungendo “collante” e struttura: un semplice intervento di manutenzione.

Lo strato corneo richiede oli vegetali, e tocoferolo naturale in insaponificabili che lo mantengono idratato, unito ed elastico. Gli attivi più indicati per questa parte della pelle sono però le Ceramidi Vegetali Flower Tales (che sono senza parabeni e senza colesterolo animale): i veri mattoni dello strato corneo. Per una buona cura della pelle non bisogna sottovalutare la salute dello strato corneo, perché è la parte più visibile.

L’epidermide

Appena sotto lo strato corneo troviamo l’epidermide. L’epidermide è uno strato vivo protetto da una barriera selettiva (alla base dello strato corneo soprastante). Si tratta della prima vera parte attiva della pelle, quindi si può intervenire in modo biologico sul proprio metabolismo. In questa zona agiscono attivi dal peso molecolare contenuto, ma non così leggeri da penetrare da soli nel sottostante derma.

Tutti i principi attivi destinati al derma e quelli più leggeri che non si fermano nello strato corneo raggiungono l’epidermide, contribuendo al suo metabolismo. Esistono però degli attivi studiati appositamente per arrivare in diversi punti della pelle e per raggiungere l’epidermide senza attraversarla completamente. I liposomi di dimensione e peso variabile, grazie alla loro differenza di peso e dimensione, contengono sia sostanze destinate all’epidermide, dove svolgeranno la loro funzione vitaminica, sia sostanze più piccole (nanosomi) che proseguiranno la loro strada verso il derma.

La lamina basale

cura della pelle con peptide crea giunzione dermo epidermica

Peptidi “crea” Lamina Basale Flower Tales

3) La GDE (giunzione dermo-epidermica) Detta anche lamina basale, è un elemento strutturale che funge da fondamenta sostenendo l’epidermide e lo strato coneo, non solo: questa giunzione continua regola lo scambio di sostanze fra epidermide e derma e funziona da vera e propria porta d’accesso al derma.

Insieme al derma è sicuramente la parte più importante per una buona cura della pelle ed è fondamentale per la salute del derma stesso. La sua funzione strutturale  rende uniforme e tonica la pelle evitando la formazione di microrilievi come rughe ed altre imperfezioni della superficie cutanea.  Ha inoltre una funzione protettiva per il derma e lo mantiene idratato. Per tali motivi è fondamentale che la GDE sia in salute, perché col tempo tende ad assottigliarsi ed a diventare irregolare, perdendo omogeneità e struttura. Il peptide “crea” lamina Basale aiuta ad evitare questo assottigliamento mantenendola omogenea, ordinata e di uno spessore adeguato.

Il derma

Il cuore vitale della pelle, è infatti vascolarizzato, quindi ricco di vasi sanguigni, ed è composto da molteplici cellule funzionali, qui si svolge gran parte dell’attività della pelle. La sua struttura è costituita da sostanza fibrosa e sostanza amorfa. Prendersi cura della pelle, vuol dire prevalentemente prendersi cura del derma: questa, infatti, è la parte più complessa e che più richiede attenzioni.

  • I vasi sanguigni ossigenano le cellule, quindi sono necessari attivi vaso protettivi e stimolanti a livello circolatorio: estratto di ginseng, camomilla, acai.
  • Le fibre di collagene sono proprio la parte strutturale e riempitiva del derma stesso e di tutta la pelle, donano quindi omogeneità e pienezza alla pelleQui sono molto d’aiuto prodotti come le Microalghe + pullulano o il peptide “crea” collagene.
  •  La sostanza amorfa tiene in vita le fibre di collagene, che altrimenti si seccherebbero e distruggerebbero. Questo gel a base d’acqua è  formato da glicosaminoglicani (GAG), proteoglicani, polisaccaridi ecc.. ecc.. Mantenere in salute la sostanza amorfa significa ottenere maggior turgore per la pelle con effetto rimodellante e ringiovanente. Gli attivi cosmetici studiati per questa parte del derma sono molteplici e da sempre i più promossi per la cura della pelle: glicosamminoglicani ( tra cui l’acido ialuronico che è il GAG più famoso) sono un esempio lampante, ma ci sono anche soluzioni più complete come la ialuramina (GAG) + betaglucano. Anche la famiglia dei peptidi mimici ha il suo membro specializzato per mantenere in salute la sostanza amorfa: il peptide “crea” ialuronano, che entra nel metabolismo del derma e favorisce la produzione di ialuronano.

Qual è, quindi, la crema giusta per la mia pelle?

cura della pelle con microalghe + pullulano Flower Tales

Microalghe + Pullulano Flower Tales

Dopo tutto questo discorso sulla cura della pelle non abbiamo ancora risposto alla domandona che ci è stata fatta: qual è la crema perfetta? La risposta ovviamente è che non esiste una crema perfetta per tutte. La domanda giusta da farsi è: di cosa ha bisogno la mia pelle? Bisogna dedicare attenzione e fare delle prove oppure creare una crema viso che agisca su tutti gli strati cutanei.

Ricetta:

Se promettete di leggere il “nota bene” poco più sotto, vi posso dire io personalmente come farei per soddisfare le necessità di tutti gli strati della pelle:

Prenderei la crema base Flower Tales ed inserirei a freddo, mescolando dopo ogni aggiunta

Scopri di più sui polifenoli.

NOTA BENE, fare attenzione a chi e dove si chiede un parere professionale

Questo è un blog non siamo in un laboratorio di dermatologia, quindi non possiamo dare nessun aiuto professionale nel conoscere la propria pelle. In queste letture possiamo aiutare ad osservare la pelle e capire come agire in modo empirico, ma il consiglio è sempre quello di rivolgersi ad un professionista.

I contenuti che trovi in questa guida e in tutto il blog non consentono di apprendere conoscenze sufficienti per esercitare una professione o insegnarla.

Importante: il web contiene confronti fra appassionati, non pareri professionali. L’azione di cercare pareri professionali in internet è quindi, di fondo, sbagliata; perché non è un ambiente idoneo dove incontrare professionisti del settore: occorre tener presente che dietro uno schermo vi si può “nascondere” chiunque. Essendo il web fatto di condivisioni di appassionati è più facile trovare persone non qualificate, anziché professionisti del settore.

Quando chiedete informazioni ad info@flowertalescosmetics.com vi risponderà un tecnico che può dare informazioni tecnico-commerciali sui prodotti venduti da Flower Tales. Anche qualora dovesse rispondere il chimico responsabile non risponderà mai in veste di professionista ma bensì di consulente tecnico sui prodotti venduti: c’è una bella differenza.

 


flower tales - cosmetica naturale fai da te
flower tales - cosmetica naturale fai da te
COMMENTA - flower tales - cosmetica naturale fai da te TORNA SU - flower tales - cosmetica naturale fai da te

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

TORNA SU - flower tales - cosmetica naturale fai da te