GUIDA: COME CREARE UN PROFUMO

La scelta del profumo che usiamo è importante, quasi più di quella che dobbiamo fare nei confronti delle creme e degli altri prodotti per la cura e l’igiene del corpo; i profumi infatti sono composti principalmente di sostanze con basso peso molecolare e quindi penetrano molto facilmente nella cute.

guida come creare un profumo maturale in casa fai da teDa che cosa sono composti i profumi non naturali?

Prima di spiegare uno dei più antichi e semplici metodi per creare un profumo (arte che risale a migliaia di anni fa) occorre aprire una piccola parentesi sulla situazione attuale, in riferimento soprattutto ai principali profumi e cosmetici profumati presenti in commercio.

La maggior parte dei prodotti cosmetici presenti in commercio (profumi ma anche bagnoschiuma, saponi, creme e lozioni) contengono profumazioni sintetiche; le più diffuse sono quelle che fanno parte del gruppo degli ftalati (in particolar modo il dietilftalato o DEP) e i muschi policiclici: galaxolide (HHCB) e tonalide (AHTN). L’origine queste sostanze non è naturale, e nemmeno “di sintesi” come quelle tollerate dal nostro organismo (non è per esempio il caso dell’ allantoina che, pur essendo ormai prodotta in laboratorio per evitare l’uso massiccio delle piante, ha pur sempre una derivazione naturale: l’acido urico). Gli ftalati, per esempio, si ricavano dalla naftalina, che a sua volta si ricava dal catrame, dal carbone, dal petrolio. Vengono usati non solo nei profumi: il loro utilizzo principale è la produzione del w:PVCIl loro uso massiccio è oggetto di controversie da più di dieci anni. Queste sostanze sono molto leggere e quindi facilmente penetranti nell’organismo, i produttori tuttavia affermano che l’organismo non li trattiene e non è ancora stato provato che tali sostanze provochino allergie o asma o irritazioni o cancro (principali accuse mosse contro il loro uso nei prodotti cosmetici da: The Toxicologist (2003) GreenPeace (2005).)

Come creare un profumo naturale fai da te:

Veniamo finalmente al cuore della nostra guida: come creare un profumo 100% naturale. Si tratta di un procedimento molto semplice, a base di alcool puro che sfrutta il potere degli oli essenziali. Per produrre il vostro profumo personale perfetto dovreste avere imparato come calibrare le note olfattive, seguendo questa guida, ma se non lo avete fatto potete seguire i nostri consigli e riprodurre le nostre ricette, avrete sicuramente un profumo originale che nessun vostro amico o collega troverà in commercio. Utilizzeremo una tecnica antica, che risale forse al tempo degli antichi Egizi (che però usavano l’olio anziché l’alcool): l’alcool puro non fa male alla pelle, l’importante è non abbondare, non farne un uso improprio e mantenerla sempre idratata e nutrita con prodotti naturali specifici. Se si è allergici all’alcool lo si può sostituite con l’olio di jojoba o l’olio di mandorle dolci, o quello di nocciolo di albicocca. Per aumentare la persistenza del nostro profumo nel tempo utilizzeremo tutte e tre le note olfattive, quella di testa, di cuore e di fondo.  Se useremo solo la nota di testa il profumo arriverà e se ne andrà subito, lasciando poca traccia di sè, se utilizzeremo solo quella di fondo le sensazioni arriveranno tardi e saranno poco emotive. La creazione di un profumo è un procedimento lungo, ma soprattutto accurato se si vuole ottenere una combinazione perfetta.

Ricetta base:

  • 30 ml di Alcool Buongusto
  • dalle 40 alle 80 gocce di olio essenziale.

Aggiungete all’alcool gli oli essenziali, partendo dalle note di fondo, poi quelle di cuore e infine quelle di testa, usate un numero di gocce dalle 40 alle 80, ma è consigliato  rimanere sulle 60-70 gocce, in modo da poterne aggiungere altre per “aggiustare” la profumazione secondo le vostre necessità. Il recipiente deve essere piccolo in modo che rimanga poca aria al suo interno, per evitare il disperdersi veloce delle note di testa. Aggiunte tutte le gocce di olio essenziale agitate bene finché queste non si sono completamente sciolte. Fatelo maturare al buio per un mese senza più aprirlo. Dopo un mese agitate il contenuto, odorate e, anche se in un primo momento i profumi dei singoli oli erano distinguibili, ora gli aromi saranno fusi creando un’unica essenza.

Come “aggiustare” l’essenza del tuo profumo:

Può capitare che nel profumo creato ci sia una nota che predomini sulle altre, per porre rimedio possiamo scegliere due strade. La più istintiva è quella di aggiungere altre gocce degli altri oli essenziali che sentiamo meno di quella predominante; è una buona strategia ma richiederà circa un altro mese di maturazione per scoprire se la nuova combinazione è quella che desideriamo, inoltre (spesso) il profumo ci rimane in testa ed è difficile poi essere obbiettivi sull’analisi della nuova formula. La seconda alternativa invece prevede l’aggiunta di oli essenziali detti “armonizzatori”: l’olio essenziale di mandarino e quello di lavanda. Si usano, di solito, per armonizzare profumazioni troppo forti.

Ricette:

Articoli consiglati:

Scarica la piramide olfattiva di Flower Tales per creare la tua ricetta personalizzata (documento .pdf in A4):

come creare un profumo - download piramide olfattiva


flower tales - cosmetica naturale fai da te
flower tales - cosmetica naturale fai da te
COMMENTA - flower tales - cosmetica naturale fai da te TORNA SU - flower tales - cosmetica naturale fai da te

12 pensieri su “GUIDA: COME CREARE UN PROFUMO

  1. Katia dice:

    Posso usare questo profumo con base alcool per profumare candele di soia? O mi consigli di crearne uno a base di olio di mandorle? Avrebbe lo stesso tempo di maturazione? Grazie mille

    • Flower Tales dice:

      Se il profumo è integrabile in modo omogeneo e sicuro credo non ci siano problemi, ma di sicuro se usi un grasso come veicolo è sicuramente più affine alla cera della candela. Puoi usare anche le fragranze Flower Tales già pronte. Aspetta comunque il tempo necessario prima di poter capire se il profumo è bilanciato.

    • Flower Tales dice:

      Sul sito (scansionando il Qr-code in etichetta viene direttamente indirizzata alla scheda) oppure proprio nell’etichetta stessa vi sono scritte incompatibilità, dosaggi, utilizzi ed indicazioni.

      Altrimenti mandi una mail al servizio clienti: info@flowertalescosmetics.com che è anche il luogo più indicato dove chiedere assistenza tecnica commerciale, questo è solo un blog

  2. Da circa un anno mi creo il mio profumo e con il passare del tempo mi viene sempre più profumato e persistente ho scoperto il vostro sito da poco tempo e ho già acquistato diversi oli essenziali. Un kit fai da te per creare la mia crema anti age mi avete omaggiato di un mx emulsionante e burro di illipe’ ma non saprei che fare potete d’armi qualche indicazione per l’utilizzo!Izzo? Grazie ,Natalia

    • Flower Tales dice:

      Il mix emulsionante serve a creare una crema viso o corpo. Se le è arrivato il mix in regalo, le è anche arrivata una ricetta che spiega come usaro, è una cartolina con una foto, a descrizione del mix e una ricetta facilmente creabile in circa 10 minuti. La crema va conservata con FENEX o ECOBIOGUARD.

      Il burro di illipè è un ottimo emolliente che può essere usato al posto dell’olio che trova nella ricetta del mix. Soprattutto ora che è inverno e le la pelle necessita di creme più ricche.

      Visto che lei è cliente (ma anche se non lo fosse può farlo) sfrutti il servizio clienti mandando una mail a info@flowertalescosmetics.com, questo è dopotutto solo il blog, è sempre meglio utilizzare i canali dedicati. Da poco Flower Tales ha anche un gruppo facebook che raccoglie la community (clienti e follower) che si possono confrontare e scambiare informazioni o ricette si trova qui: https://www.facebook.com/groups/138337000234071

  3. Michele dice:

    Ciao sono michele, vorrei preparare 100 ml di profumo usando questi olii esenziali ma non saprei come fare con le dosi in gocce mi suggerite una ricetta con questi tre olii essenziali?
    -arancio dolce, sandalo, ylang ylang.

    Vi chiedo oltre ad aiutarnmi con questa profumazione disponendo anche di questi olii: cedro, lavanda, rosmarino, ginepro, basilico e pino silvestre, come potrei fare un profumo sensuale? Mi aiutate anche con i dosaggi?
    Grazie….

    • Flower Tales dice:

      Ciao Michele, gli strumenti che hai a disposizione: piramide olfattiva e guida alla realizzazione di un profumo, oltre alle altre guide sull’utilizzo degli oli essenziali e alla conoscenza degli stessi e delle loro note olfattive, dovrebbero darti un’infarinatura sufficiente per provare a realizzare il tuo profumo. Tuttavia non per niente quella del profumiere è un’arte, si possono insegnare le basi, ma la personalità di un profumo trasmette quella di chi lo fa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

TORNA SU - flower tales - cosmetica naturale fai da te